News

Assemblea annuale dell’Avis Regionale OdV della Calabria

By 7 Luglio 2021 No Comments

Assemblea annuale dell’Avis Regionale OdV della Calabria
Rinnovato il direttivo per il quadriennio 2021/2024
Il presidente uscente Chiriano: «Auguro all’Avis di crescere ancora nel segno dell’appartenenza e della partecipazione»

 

A Belmonte Calabro, in provincia di Cosenza, si è svolta, nel rispetto delle norme anti-covid, l’assemblea annuale Avis regionale della Calabria OdV, quest’anno assise anche elettiva, dal titolo “Il fil rouge che ci unisce. Il rinnovamento di Avis tra obiettivi associative e sfide globali”.
L’assise presieduta dal presidente Avis Calabria uscente Rocco Chiriano, è stata aperta dai saluti di Leonardo Ferrara, presidente dell’Avis comunale di Amantea OdV, Francesco Bruno, sindaco di Belmonte Calabro, Luigi D’Errico, vicepresidente vicario dell’Avis provinciale di Cosenza OdV. Al tavolo di presidenza con Rocco Chiriano, Giorgio Dulio, tesorerie nazionale, Mimmo Nisticò, consigliere nazionale, MariaFrancesca Aiello, vicepresidente vicario regionale, Giuseppe Perpiglia segretario regionale, Angelomaria Marcovicchio e Biagio Cutrì, componenti esecutivo regionale e il tesoriere regionale Nicola Ritorto.
Nominati i questori di sala e i componenti del comitato elettorale, in collegamento con l’assemblea regionale dell’Avis Sicilia OdV, è stato suggellato il gemellaggio tra le Avis di Calabria e di Sicilia, quest’ultima presieduta da Salvatore Mandarà. Iniziativa promossa sulla scia del gemellaggio formalizzato tra l’Avis di Locri e quella di Corleone lo scorso maggio. Marina Leone, già presidente dell’Avis comunale Locri OdV, madrina del gemellaggio, ha dato lettura del protocollo d’intesa finalizzato a coltivare amicizia e collaborazione nel segno della condivisione di esperienze, attività e progettualità incentrate sulla mission di solidarietà dell’Avis.
Si è poi dato inizio ai lavori con la relazione di Rocco Chiriano, presidente uscente dell’Avis regionale della Calabria OdV, al suo secondo mandato e non più rieleggibile.
«L’anno 2020 e la pandemia hanno rappresentato un momento di rallentamento, ma non hanno frenato la donazione, segno della capacità di resilienza della nostra associazione. Il nostro bilancio sociale di mandato 2017/2021 costituisce una fedele fotografia del nostro percorso. Un quadriennio impegnativo che ci ha visto lavorare per l’adeguamento del nostro statuto e per il conseguente adeguamento del regolamento regionale. Siamo riusciti – ha illustrato il presidente uscente Rocco Chiriano – a mantenere l’autosufficienza regionale del fabbisogno del sangue. Avis Calabria dovrà adesso rafforzare e raggiungere l’analogo obiettivo sul fronte del plasma e proseguire nella propria attività incentrata su formazione e rafforzamento della rete associativa. In quanto ente del Terzo Settore ci siamo dotati di codice etico e di un organismo di vigilanza, implementando così il nostro modello organizzativo. Un risultato per cui intendo personalmente ringraziare tutti, in particolare lo staff di Avis regionale Calabria OdV e i giovani del Servizio Civile, che offrono un contributo prezioso e fondamentale alla nostra attività. Auspico che chi guiderà questa splendida associazione dopo di noi, decida di proseguire lungo il solco tracciato, seppure rivisitato alla luce delle nuove intelligenze e delle nuove sensibilità che certamente arricchiranno e concretizzeranno ulteriormente gli obiettivi. A chi proseguirà, auguriamo di operare al meglio con la fattiva e sincera collaborazione di tutti», ha concluso il presidente uscente di Avis Calabria OdV , Rocco Chiriano, salutato dall’assemblea con un lungo e sentito applauso.
Un video di saluto del professore Francesco Pira ha poi preceduto l’intervento dell’ingegnera, responsabile progetto Easy Avis, Valeria Caloiero. «Siamo molto impegnati in attività di miglioramento della piattaforma dedicata alla gestione ottimale delle sedi comunali e di mese in mese rilasciamo delle versioni aggiornate sempre più funzionali alle esigenze associative. Il progetto produrrà frutti, sia in termini di ricaduta sul corretto funzionamento delle sedi e sia in termini di evoluzione grazie a suggerimenti e indicazioni, nella misura in cui verrà effettivamente utilizzato dalle articolazioni comunali», ha spiegato Valeria Caloiero.
All’ordine del giorno anche le relazioni del presidente dell’uscente collegio dei revisori, Pino Caimi, e del tesoriere Nicola Ritorto.
Espletati poi gli adempimenti di rito e le attività della commissione verifica poteri, presieduta da Pasquale Pansera, hanno avuto luogo le dichiarazioni di voto di Luigi D’Errico, vicepresidente vicario dell’Avis provinciale Cosenza OdV, Franco Parrottino, presidente Avis provinciale Catanzaro OdV, Caterina Forelli presidente Avis provinciale Vibo Valentia OdV, Pietro Vitale, presidente dell’Avis provinciale di Crotone OdV e Vanna Micalizzi presidente Avis provinciale Reggio Calabria OdV. Tutti hanno espresso sostegno alla rielezione in consiglio Nazionale Avis di Mimmo Nisticò che ha sottolineato «l’importanza dell’unità dell’associazione, valore da continuare a costruire passo dopo passo, coltivando uno spirito di servizio volontario e gratuito che necessita di essere sempre più qualificato». Unanimità anche per l’indicazione, come successore di Rocco Chiriano alla guida dell’Avis calabrese, di Franco Rizzuti che ha evidenziato la sua intenzione di restare «al servizio dell’Avis per renderla, con la collaborazione di tutti, un’associazione sempre più all’altezza dei suoi valori e della sua mission». Formalizzata anche la ricandidatura al Giurì nazionale di Anna Moricca che ha ringraziato per la fiducia nuovamente accordatale.
Tra gli interventi che hanno preceduto le operazioni di voto, anche quello di Gianni Romeo, presidente del Csv di Cosenza. «Ringrazio per il contributo puntuale e qualificato che Avis garantisce al territorio, mentre attraversiamo l’emergenza nell’emergenza. Molte famiglie sono, infatti, in forte difficoltà economiche e lavorative, in diretta conseguenza della pandemia. In questo contesto il volontariato è ancora una volta chiamato a testimoniare gratuità e spirito di servizio per fare sempre bene il bene. Noi restiamo a disposizione per affiancarlo in questo compito cruciale», ha sottolineato Gianni Romeo.
Dopo l’approvazione all’unanimità della relazione di mandato e bilancio sociale, del bilancio consuntivo del 2020, dopo la ratifica di quello preventivo 2021, la presa d’atto del modello organizzativo di gestione e controllo, l’approvazione del nuovo regolamento Avis Calabria OdV, votati ed eletti i nuovi consiglieri regionali per il quadriennio 2021/2024 e i componenti dell’organo di controllo e del collegio dei probiviri.
Ecco i nomi dei componenti del Consiglio Direttivo di Avis regionale OdV della Calabria 2021/2024: per Catanzaro Rocco Quattrocchi, Katiuscia Mastroianni, Salvatore Cavallaro, Giovanni Olivito, Salvatore Donato e Paolo Piccinini; per Cosenza Angelomaria Marcovicchio, Mariafrancesca Aiello, Amleto Massimiliano Pastore, Leonardo Ferrara e Francesco Simonetti;  per Crotone Franco Rizzuti e Mariangela D’Agostino; per Reggio Calabria Marco Nisticò, Antonino Posterino, Pietro Schirripa, Felice Lombardo e Paolo Paolino Pensabene; per Vibo Valentia Nicodemo Napoli.
Comporranno il prossimo collegio dei probiviri Sebastian Ciancio, Antonio Cutugno, Antonio Gerace, Domenico Galati e Domenico Furci mentre Lucia Tiriolo e Domenico Giampà comporranno, invece, l’organo di controllo.

                                                                          Giornalista Anna Foti

 

 

 

aviscalabria

aviscalabria

AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangue) è un’associazione privata, senza scopo di lucro, che persegue un fine di interesse pubblico: garantire un’adeguata disponibilità di sangue e dei suoi emocomponenti a tutti i pazienti che ne abbiano necessità, attraverso la promozione del dono, la chiamata dei donatori e in alcuni casi anche la raccolta diretta di sangue, d’intesa con le strutture ospedaliere pubbliche. Fonda la sua attività sui principi della democrazia, della libera partecipazione sociale e sul volontariato, quale elemento centrale e insostituibile di solidarietà umana. Vi aderiscono tutti coloro che hanno intenzione di donare volontariamente, anonimamente, periodicamente e gratuitamente il proprio sangue, ma anche chi, non potendo compiere questo gesto perché non idoneo, desideri collaborare gratuitamente a tutte le attività di promozione e organizzazione.

Leave a Reply