News

FORMAZIONE FORMATORI: Insegnare il Servizio Civile di AVIS – SECONDA EDIZIONE

By 10 Giugno 2021 No Comments

Nell’ambito delle attività della Scuola nazionale di formazione, AVIS arricchisce la propria offerta formativa con un progetto dedicato ai circa 40 formatori accreditati in tutta Italia per il Servizio civile. Il progetto, che ha trovato una prima realizzazione a fine 2019 a Roma, ha avuto seguito nelle giornate del 7 e 28 maggio 2021, attraverso strumenti di formazione da remoto.

Gli obiettivi principali delle giornate formative sono stati la prosecuzione del percorso di consapevolezza su come fare formazione a soggetti molto giovani, come quelli coinvolti nel Servizio civile, con una particolare considerazione al tema della cosiddetta didattica a distanza, utilizzando le nuove piattaforme e fornendo ottimi spunti e consigli sull’utilizzo di strumenti utili a coinvolgere e rendere più interattivi gli incontri formativi.

I formatori del Servizio Civile Universale hanno partecipato tutti con grande entusiasmo e pronti a cimentarsi in questa nuova sfida della didattica a distanza, seppur già notevolmente predisposti a questa nuova modalità di approccio per via dei corsi di formazione erogati ai volontari nel corso della pandemia.

L’auspicio è che si possa ritornare alla normalità il prima possibile, rendendo la formazione più ricca di contatti umani, sorrisi non celati da mascherine e lavori di gruppo che non dipendono dalla “connessione”, nel mentre si cercherà di portare avanti, come per ogni attività, questa nuova modalità di formazione, con slancio ed energia, tipici della famiglia avisina.

aviscalabria

aviscalabria

AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangue) è un’associazione privata, senza scopo di lucro, che persegue un fine di interesse pubblico: garantire un’adeguata disponibilità di sangue e dei suoi emocomponenti a tutti i pazienti che ne abbiano necessità, attraverso la promozione del dono, la chiamata dei donatori e in alcuni casi anche la raccolta diretta di sangue, d’intesa con le strutture ospedaliere pubbliche. Fonda la sua attività sui principi della democrazia, della libera partecipazione sociale e sul volontariato, quale elemento centrale e insostituibile di solidarietà umana. Vi aderiscono tutti coloro che hanno intenzione di donare volontariamente, anonimamente, periodicamente e gratuitamente il proprio sangue, ma anche chi, non potendo compiere questo gesto perché non idoneo, desideri collaborare gratuitamente a tutte le attività di promozione e organizzazione.

Leave a Reply