News

Incontro Gruppo di Lavoro AVIS Nazionale dedicato al Bilancio Sociale

By 7 Ottobre 2019 No Comments

Nell’incontro del 6 settembre ultimo scorso a Milano il Gruppo di lavoro sul Bilancio Sociale, rappresentato, per la Calabria, dal Professor Franco Rizzuti ha definito l’impostazione grafica che verrà approvata a fine mese in occasione del consiglio nazionale.
Ha altresì definito il Questionario di raccolta dati con una riduzione delle domande previste, questionario che sarà diffuso da metà ottobre fino a metà febbraio. Anche in questo caso il Consiglio Nazionale dovrà fornire la propria approvazione e verrà poi condiviso nella Consulta dei Presidenti regionali.
Il consulente precisa che il Bilancio sociale 2018 risponde al format e alle richieste normative previste dalle Linee guida ministeriali per il Bilancio Sociale stesso. Nel corso del prossimo anno il gruppo propone la programmazione di un corso di formazione rivolto ai dirigenti associativi e/o referenti delle sedi con obbligo di redazione del Bilancio sociale e di tutte le sedi regionali, con l’obiettivo di costituire un gruppo di lavoro di studio e confronto sul tema. Anche in questo caso verranno coinvolti il Consiglio Nazionale e la consulta dei Presidenti per una maggiore condivisione.
Infine, in riferimento al Bilancio sociale 2019, si integreranno i dati raccolti dal questionario e si aggiorneranno gli eventi della rete, oltre al modello organizzativo di Avis Nazionale.
Per il documento del 2019 si concorda di redigere un bilancio sociale in pillole ed ipertestuale. L’ipotesi è quella di preparare un testo in pillole di massimo 4 pagine con possibilità di consultare il testo completo attraverso un collegamento ipertestuale di alcune parole chiave.
Franco Rizzuti

aviscalabria

aviscalabria

AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangue) è un’associazione privata, senza scopo di lucro, che persegue un fine di interesse pubblico: garantire un’adeguata disponibilità di sangue e dei suoi emocomponenti a tutti i pazienti che ne abbiano necessità, attraverso la promozione del dono, la chiamata dei donatori e in alcuni casi anche la raccolta diretta di sangue, d’intesa con le strutture ospedaliere pubbliche. Fonda la sua attività sui principi della democrazia, della libera partecipazione sociale e sul volontariato, quale elemento centrale e insostituibile di solidarietà umana. Vi aderiscono tutti coloro che hanno intenzione di donare volontariamente, anonimamente, periodicamente e gratuitamente il proprio sangue, ma anche chi, non potendo compiere questo gesto perché non idoneo, desideri collaborare gratuitamente a tutte le attività di promozione e organizzazione.

Leave a Reply