News

Telemia Roccella intervista il Presidente Avis Calabria

By 3 Agosto 2021 No Comments

L’apprezzato giornalista, della rubrica televisiva “Telemia Roccella”, Pino Gagliano, nella serata del 9 Luglio ha intervistato il neo Presidente AVIS regionale Prof. Franco Rizzuti il quale con entusiasmo e spontaneità, con tono rilassato e determinato ha dato chiarezza alle molte domande a tutto campo del giornalista.

Il dibattito ha spaziato dalla recente nomina alla descrizione dell’associazione, dalla risposta dei cittadini Calabresi alla vita associativa alla raccolta di sangue, all’impegno profuso per affrontare le nuove sfide che il futuro riserva ad un’Associazione di rete quale è AVIS.

Come spesso accade nelle interviste “libere”, il tempo è stato insufficiente, lasciando qualche piccolo rimpianto per quanto è rimasto ancora da dire e sviluppare in tema Associativo.

Il presidente Rizzuti, incalzato da Dott. Gagliano ha sciorinato i numeri di un’attività altamente positiva di tutta la Regione Calabria che ha saputo garantire, anche nei momenti difficili del “periodo Covid”, la piena autosufficienza grazie ai tanti gesti di straordinaria solidarietà dei donatori Calabresi, maturi e responsabili difronte al gesto della donazione periodica.

L’intervista non poteva non toccare l’enigmatico tasto della “vaccinazione ai donatori di sangue” che, dopo le promesse iniziali di una corsia preferenziale per la categoria, ha visto mutare tale, auspicabile e sacrosanta scelta, in nome di una diffusione che ha privilegiato altre categorie, forse non ugualmente meritevoli.

Infine, ci si è soffermati, con grande piacere ed una punta di orgoglio, su alcuni dei tanti aspetti positivi, primo fra tutti la forte crescita di giovani donatori, fatto questo che fa ben sperare per il futuro.

 Al termine la testata giornalistica si è dichiarata a disposizione per eventuali iniziative, sia promozionali che di semplice resoconto di quanto svolto dall’associazione.

aviscalabria

aviscalabria

AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangue) è un’associazione privata, senza scopo di lucro, che persegue un fine di interesse pubblico: garantire un’adeguata disponibilità di sangue e dei suoi emocomponenti a tutti i pazienti che ne abbiano necessità, attraverso la promozione del dono, la chiamata dei donatori e in alcuni casi anche la raccolta diretta di sangue, d’intesa con le strutture ospedaliere pubbliche. Fonda la sua attività sui principi della democrazia, della libera partecipazione sociale e sul volontariato, quale elemento centrale e insostituibile di solidarietà umana. Vi aderiscono tutti coloro che hanno intenzione di donare volontariamente, anonimamente, periodicamente e gratuitamente il proprio sangue, ma anche chi, non potendo compiere questo gesto perché non idoneo, desideri collaborare gratuitamente a tutte le attività di promozione e organizzazione.

Leave a Reply