Skip to main content
News

Avis Provinciale Reggio Calabria

By 11 Ottobre 2021Novembre 15th, 2023No Comments

Il mese di ottobre di Avis Provinciale Reggio Calabria

Il PROGETTO SCUOLA dell’Avis Provinciale di Reggio Calabria viene trionfalmente accolto al liceo “A. Manzoni” di Caserta.

“Avis è… Un dono per la Vita”, il progetto scuola dell’Avis Provinciale ha varcato i confini della città metropolitana di RC per giungere in Campania e celebrare un gemellaggio di valori tra il liceo “A. Manzoni” di Caserta e l’ ITE Piria di Reggio Calabria.

La delegazione reggina, guidata dalla presidente Giovanna Micalizzi e dal professore Diego Geria, è stata accolta dalla preside del liceo campano, Adele Vairo, nello spirito dell’accoglienza e della fattiva collaborazione nell’ambito della cultura e della solidarietà. L’Avis di Reggio Calabria ha patrocinato un gemellaggio tra due prestigiose istituzioni scolastiche, da sempre impegnate nella formazione culturale e morale dei buoni cittadini del presente e del domani. Gli allievi dei due istituti hanno offerto un saggio delle loro capacità artistiche di alto rilievo culturale. La preside Vairo ha fatto gli onori di casa illustrando il ruolo egregiamente svolto dalla sua scuola nell’ambito della formazione e della crescita degli studenti.

La preside Anna Rita Valletta, grande sostenitrice da sempre delle attività dell’Avis Provinciale, ha presentato l’attività svolta dal suo antico e prestigioso istituto che vanta oltre 150 anni di storia.

La presidente dell’Avis Provinciale, Giovanna Micalizzi, ha spiegato in che modo viene effettuata la divulgazione della cultura della donazione del sangue, le varie attività svolte nelle scuole e nelle quali gli studenti sono sempre stati attivi protagonisti.

Il professor Diego Geria ha quindi svolto una relazione sui magnifici Bronzi di Riace, sottolineando  che sono un indiscutibile simbolo dei valori della nostra civiltà. Ha riportato, poi, come e perché è nata l’Avis e l’importanza del dono del sangue.

L’Avis Provinciale di Reggio ha iniziato il nuovo anno scolastico in terra campana favorendo l’incontro e la collaborazione tra due scuole con un’attività mai realizzata in precedenza e che sicuramente darà eccellenti frutti.

Caserta, 04 ottobre 2023.

               

 

 

Il mese di settembre di Avis Comunale Reggio Calabria

Giorno di festa il 24 settembre a casa Avis Comunale Reggio Calabria in occasione della 160° donazione di sangue di Domenico Nisticò, Tesoriere Nazionale, da sempre impegnato nel volontariato avisino non solo nel territorio reggino ma anche a livello regionale e nazionale. Per festeggiare l’evento è stata organizzata una raccolta domenicale a cui ha preso parte l’intero Consiglio Direttivo della sede comunale e la famiglia Nisticò. Nella mattinata hanno effettuato la propria donazione di sangue anche la Presidente Myriam Calipari, alla sua cinquantesima donazione, i consiglieri Antonio Maresca ed Antonio Perla, la Direttrice Sanitaria Dott.ssa Enrica Pacchiano e i giovani Lorenzo, Letizia e Laura, i quali con il proprio esempio portano avanti ogni giorno la mission avisina. Al termine della raccolta il consueto ricco ristoro offerto dall’Avis Reggina.

 

   

 

 

Il mese di luglio di Avis Provinciale Reggio Calabria

L’Avis comunale Laureana di Borrello

L’Avis Comunale di Laureana di Borrello ha partecipato, domenica 30 luglio, alla festa di Sant’Anna, presso località Sant’Anna – frazione di Laureana, con uno stand informativo per la promozione del dono. Nell’occasione sono stati consegnati tanti gadget ai bambini presenti alla manifestazione.

                      

 

L’Avis Pellaro celebra la bellezza del dono

L’Avis Pellaro ha rinnovato le iniziative diventate una tradizione della famiglia dei donatori che promuovono una raccolta per far fronte all’esigenza di sangue.

L’autoemoteca ha accolto chi con generosità compie una scelta di vita. Un invito a percorrere i sentieri della solidarietà che l’Avis pellarese lancia attraverso campagne ed eventi.

La manifestazione “Serata Salute” che anche quest’anno ha promosso un momento di riflessione ma anche di festa nella grande famiglia Avis. Infatti, nella cornice della rassegna teatrale Città di Pellaro della Piccola compagnia del teatro sono state consegnate le benemerenze ai donatori che hanno promosso la cultura del dono.

Lo stesso spirito che anima il Premio “Gocce di Solidarietà” assegnato a don Giacomo Panizza, fondatore di Progetto Sud; Lucia Lojacono direttrice del Museo diocesano; Enzo Romeo giornalista vaticanista del Tg2 e Pasquale Imbalzano dell’associazione “Annunciamo La Gioia figli di San Gaetano Catanoso Odv di Pellaro”. Evento che quest’anno è stato ospitato dalla famiglia delle Suore Salesiane Oblate del Sacro Cuore, accolto dalla premurosa superiora provinciale Suor Caterina Quattrone. Una serata intensa e ricca di ospiti, volta alla riscoperta dell’etica del dono e della sua bellezza. L’appuntamento è stato patrocinato dall’Aido Calabria, con il suo presidente Nicola Pavone, il CSV Dei Due Mari rappresentato dalla vicaria Orsola Foti, dal Museo diocesano e dalle “consorelle avisine” Avis provinciale RC e Avis regionale Calabria, rappresentata dal presidente Franco Rizzuti.

La rete del dono continua ad annodare nuove sinergie ed alleanze per rispondere alle necessità di un territorio che vuole raggiungere il traguardo dell’autosufficienza del sangue e del plasma. La cultura del dono e la riscoperta della bellezza sono necessarie a sconfiggere quell’indifferenza, che rende ancora più difficile la stagione estiva. Serata i cui temi sono stati scanditi dal presidente di Avis provinciale, Vanna Micalizzi, che ha sottolineato come la sezione abbia voluto declinare il dono nel segno della «bellezza e della tenerezza espressioni tipiche del carisma di mons. Cognata. Spiritualità che abbiamo sposato all’insegna del dono come segno più tangibile della bellezza, bellezza che si fa dono attraverso le opere sacre, bellezza ammirata contemplata».

Appuntamento che ha registrato la prima visita del presidente regionale Franco Rizzuti alla sezione Avis di Pellaro, che ha voluto ribadire «L’importanza che l’associazione ha rivestito e riveste nel territorio, grazie all’intuizione del suo fondatore, il compianto Paolo Marcianò». II presidente dell’Aido, Nicola Pavone ha messo l’accento sulla necessità di promuovere il messaggio del dono non solo del sangue ma anche degli organi, terreno su cui la Calabria sconta ancora diversi ritardi. La padrona di casa, suor Caterina Quattrone, si è detta felice di «aver aperto le porte dell’istituto all’Avis, diventata una mano operaia nel progetto avisino e nel suo pastorale». Lucia Lojacono, direttore, ha declinato il concetto di dono e di bellezza attraverso le diverse attività che il Museo diocesano mette in campo, uscendo dal cortile della Curia e aprendosi al territorio. Don Giacomo Panizza, nel suo intervento, ha passato in rassegna i 48 anni di attività dalla fondazione del Progetto Sud, un racconto della scelta di stare al fianco di chi vive la sofferenza della disabilità. Percorsi da cui potrebbe ripartire la crescita del territorio calabrese.

«La Calabria può scommettere sulle comunità per educare all’interazione con il mondo della disabilità e della fragilità, della cooperazione sociale». Una concezione di dono «libero non condizionato e non condizionabile». Pasquale Imbalzano ha poi raccontato l’esperienza dell’approccio ai giovani, accogliere ed educare sulla strada, come testimonia il percorso dell’associazione che ha aperto una finestra sulla piazza del territorio pellarese.

Enzo Romeo ha dato voce nel suo intervento ad aneddoti inediti della vita di mons. Cognata, mettendo l’accento sul fenomeno dell’emigrazione dei giovani fuori della Calabria. Una “fuga” che priva il territorio di risorse preziose anche in termini di sacche, visto che questi ragazzi spesso esprimono lontano da casa la loro generosità sociale. In questo scenario l’Avis continua le sue campagne di sensibilizzazione per avvicinare quanti più donatori al mondo del volontariato e cercare di ottenere l’autosufficienza che nella stagione estiva sembra allontanarsi.

                     

 

 

Il mese di maggio di Avis Comunale Reggio Calabria

“LA SALUTE ON THE ROAD”!!!!

Si è svolta, martedì 30 Maggio. nella Sala dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, sede dell’amministrazione comunale di Reggio Calabria, la cerimonia di consegna all’AVIS comunale di Reggio, della Polidiagnostica Mobile di Prossimità oggetto di un progetto global grant, iniziato nel 2020 e cofinanziato dalla Rotary Foundation, dal Distretto 2102 e da 8 club dell’area metropolitana di Reggio Calabria. Grazie agli amici Rotaryani che hanno ideato e realizzato questo progetto, il mezzo denominato “la salute on the road” sarà presto nelle piazze cittadine a fare PREVENZIONE.

         

 

 

Il mese di marzo di Avis Comunale Reggio Calabria

Nella mattinata del 16 marzo scorso, una delegazione della Reggina si è recata in visita alla sede dell’Avis Comunale di Reggio Calabria, accolta dalla Presidente Myriam Calipari, dal Vicepresidente vicario Domenico Nisticò e dal Consigliere Avis Provinciale Carmelo Caridi. A rappresentare gli amaranto, sono stati i calciatori Simone Colombi, Gianluca Di Chiara, Daniele Liotti, Giovanni Fabbian e Gabriele Gori. I vertici dell’Avis Reggio Calabria hanno ripercorso alcune tappe salienti riguardanti l’Associazione, sottolineando l’importanza di donare il sangue. Subito dopo i calciatori hanno visitato l’unità di raccolta e l’area amministrativa. A sugellare l’incontro, le immancabili foto ricordo e lo scambio di gadget, con la delegazione amaranto che ha consegnato una maglia celebrativa nell’occasione del 69mo anniversario dalla fondazione dell’Avis reggina. Tutto ciò nasce dalla partnership siglata quest’anno tra l’Avis Comunale di Reggio Calabria e la Reggina Calcio 1914 per veicolare tra i tanti sportivi reggini la necessità e l’importanza del dono del sangue.
Link del video dell’incontro: https://youtu.be/W0k7lxZv

 

 

 

Il mese di gennaio di Avis Comunale Reggio Calabria

La tradizione della “Befana dei figli dei donatori” è stata istituita dall’Avis Comunale di Reggio Calabria esattamente 42 anni fa e ormai rappresenta per noi l’evento di apertura delle attività annuali.

E devo dire che iniziare in questo modo il nuovo anno non solo è di buon auspicio, ma contribuisce a creare i primi rapporti tra i più piccoli e la grande famiglia dell’Avis Reggina.

È un evento che non si è mai interrotto in tutti questi lunghi anni; nel tempo abbiamo cambiato varie location e modalità; ci siamo adattati ai tempi, ma non ci siamo piegati neanche alla pandemia!

Da un paio di anni poi siamo riusciti a far svolgere la nostra manifestazione in una cornice speciale: il Teatro Comunale “Francesco Cilea” dove i nostri bimbi sono stati intrattenuti da Oreste Castagna, che – oltre ad essere testimonial di Avis Nazionale per numerosi progetti – ormai è diventato un “amico speciale” della nostra Avis Comunale.

Insieme a lui (che ha portato in scena uno spettacolo liberamente tratto dalle opere di Gianni Rodani) quest’anno si sono esibiti tre artisti che, tra magie e spettacoli con le bolle di sapone, hanno letteralmente incantato sia i bambini che gli adulti.

E noi tutti del Consiglio Direttivo siamo sempre più convinti che investire nei più piccoli voglia dire investire nella nostra Avis del futuro!

 

 

 

 

 

Il mese di giugno di Avis Provinciale Reggio Calabria

Scarica qui la lettera della Presidente Avis Provinciale Giovanna Micalizzi dedicata ai donatori in occasione della giornata mondiale del Donatore di sangue

Lettera al donatore di sangue Avis Prov.le RC

 

 

 

Il mese di febbraio di Avis Laureana di Borrello

Continua l’impegno per la comunità per Avis Comunale Laureana di Borrello

Anche nel mese di febbraio non è mancato l’appuntamento dei volontari dell’Avis Comunale di Laureana di Borrello per cucinare prelibatezze presso la mensa diocesana della Caritas aperta agli stranieri ed ai bisognosi della zona.

          

 

 

 

 

Il mese di gennaio di Avis Laureana di Borrello

I volontari dell’Avis Comunale Laureana di Borrello, come di consuetudine, una volta al mese dedicano il loro tempo a cucinare buon cibo presso la Mensa Diocesana della Caritas. Nei primi giorni di gennaio hanno preparato le zeppole sia per gli stranieri presenti nella zona, sia per i conviventi della tendopoli San Ferdinando.

     

 

Il mese di gennaio di Avis Comunale Reggio Calabria

La Befana della solidarietà di Avis Comunale Reggio Calabria

Anche quest’anno, come da tradizione da oltre quarant’anni, l’Avis Comunale di Reggio Calabria ha organizzato per il giorno dell’Epifania un grande evento dedicato ai figli dei donatori presso il Teatro Francesco Cilea della città metropolitana. Ospite illustre e protagonista della manifestazione è stato il volto noto di Rai YoYo Oreste Castagna, promotore dello stesso progetto avisino Rosso Sorriso da ormai molti anni. L’evento ha congiunto le famiglie dei donatori avisini della città con i dirigenti dell’Avis Comunale. La manifestazione ha previsto, in un clima di solidarietà, gioco e spensieratezza, l’intrattenimento di Oreste Castagna tra spettacoli di magia e vari giochi sino al momento cruciale della consegna dei regali ai bambini presenti. Ad accogliere, come sempre, i donatori di sangue e le loro famiglie anche la Presidente della sede comunale Myriam Calipari ed il Tesoriere AVIS Nazionale, Domenico Nisticò, i quali hanno sottolineato il duplice significato della manifestazione, ormai simbolo della stessa città di Reggio Calabria. Il primo è dire grazie a tutti i cittadini e donatori che durante l’anno, anche con la pandemia, contribuiscono ad accrescere la solidarietà attraverso il gesto della donazione di sangue ed il secondo la nutrita speranza che i loro figli, ricordandosi delle giornate di festa condivise con la stessa Avis, decideranno di emulare i loro cari diventando donatori di sangue.

https://www.lacnews24.it/cronaca/reggio-calabria-la-befana-dell-avis-con-oreste-castagna-qui-batte-forte-il-cuore-della-solidarieta_148466/

 

 

 

 

Il mese di novembre di Avis Provinciale Reggio Calabria

Dopo la triste pausa della pandemia, con il progetto “AGORA’ ”,riprende la sua avventura l’AVIS Provinciale RC , diffondendo a piene mani cultura e tradizione tra gli abitanti del nostro territorio, e coinvolgendo in prima linea la gioventù delle Scuole.
Dalla suggestiva cornice di Bova la manifestazione “Agorà in piazza”, svoltasi il 7 novembre c.m., ha rilanciato in pista i messaggi importanti e i valori che l’AVIS provinciale RC promuove da sempre nella nostra Calabria, inneggiando alla Storia, ai miti, alla cultura del dono, con eleganza e determinazione, mai paga dei risultati tangibili ottenuti in anni e anni di preziosa attività.
La dinamicità dialettica della Presidente, dott.ssa Vanna Micalizzi, ha aperto con entusiasmo e professionalità l’iniziativa giunta come una ventata di aria fresca dopo la forzata sospensione causata dal Covid 19.
Un positivo e suggestivo incontro che ha visto sul palco il sindaco del “borgo antico” dott. Santo Casile, il Consigliere regionale AVIS Calabria, dott. Pietro Schirripa e i due abili relatori, l’Avv. Luciano Squillaci, portavoce Forum Terzo Settore, e l’avv. Diego Geria, responsabile formazione AVIS Provinciale RC.
Singolari tutti gli interventi che hanno sottolineato la particolarità del luogo sito della manifestazione, la celebrazione della cultura del dono, le matrici storiche dei valori del territorio, in una eclettica panoramica dalla civiltà greca ai giorni nostri. La manifestazione arricchita da uno svolgimento vario e solidale, ha visto quale protagonista il tema della donazione affiancato da iniziative sanitarie, quali il Camper della salute, offerto grazie alla fattiva disponibilità del dott. Giuseppe Muscianisi, da riflessioni socio – culturali, da iniziative gastronomiche, da corollari di tradizioni linguistiche.
L’avv. Squillace ha singolarmente coinvolto il pubblico presente, attirandone l’attenzione sul tema dell’etica della donazione, in uno sfondo sociale condizionato dall’utile e dal reale dove, tuttavia, permane la positiva esigenza del relazionarsi umano e della solidarietà costruttiva.
Interessanti e profondi gli spunti classici offerti dallo storico reggino, avv. Geria, che partendo dalla poesia leggendaria di Omero ha rivisitato il gesto del dono in un mirabile affresco territoriale, sino ad arrivare ai giorni nostri, descrivendo l’opera magistrale dell’associazione avisina.
Uno squarcio di sereno nel cielo di speranza che L’AVIS Provinciale RC ha voluto regalare agli ospiti della manifestazione, preludio di nuovi progetti e percorsi tutti ancora da disegnare e sperimentare. Un invito, ricco di spunti e intrecci valoriali, frutto di quella pressante generosità, tutta calabrese, che contraddistingue e sottolinea particolarmente gli obiettivi umanitari dell’associazione.
Giovanna Freno

 

L’Avis Provinciale di Reggio Calabria parte con la donazione di plasma a Gioia Tauro

L’Avis Provinciale Reggio Calabria ha ottenuto per i donatori la possibilità di recarsi direttamente all’Unità di Raccolta di Gioia Tauro per la donazione del plasma. Una conquista importante che conferisce ad Avis Provinciale Reggio Calabria il primato in Calabria. La presidente Micalizzi Giovanna ha spiegato che medici e infermieri presenti nell’Unità di Raccolta sono stati adeguatamente formati alla procedura richiesta per questo tipo di donazione, ottenendo le competenze necessarie per l’utilizzo di separatori cellulari che permettono la divisione di plasma e piastrine. Tuttavia, sarà un’operazione diversa dal solito prelievo di sangue, poiché la raccolta di plasma richiede un tempo di circa 40 minuti diviso in più fasi: la prima è quella del prelievo, seguita dalla separazione delle due frazioni del sangue, tramite centrifugazione, e per concludere la fase di reimmissione nel circolo sanguigno. Inoltre, l’intervallo della donazione può avvenire con una frequenza di 15 giorni, mentre tra la donazione di sangue intero e quella di plasma è sufficiente un intervallo di 30 giorni. L’obiettivo futuro sarà quello di avviare tale pratica anche, e non solo, alla sede comunale di Avis Reggio Calabria.

Rif. Articolo Gazzetta del Sud di Eleonora Delfino

aviscalabria

AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangue) è un’associazione privata, senza scopo di lucro, che persegue un fine di interesse pubblico: garantire un’adeguata disponibilità di sangue e dei suoi emocomponenti a tutti i pazienti che ne abbiano necessità, attraverso la promozione del dono, la chiamata dei donatori e in alcuni casi anche la raccolta diretta di sangue, d’intesa con le strutture ospedaliere pubbliche.Fonda la sua attività sui principi della democrazia, della libera partecipazione sociale e sul volontariato, quale elemento centrale e insostituibile di solidarietà umana.Vi aderiscono tutti coloro che hanno intenzione di donare volontariamente, anonimamente, periodicamente e gratuitamente il proprio sangue, ma anche chi, non potendo compiere questo gesto perché non idoneo, desideri collaborare gratuitamente a tutte le attività di promozione e organizzazione.