News

I Giovani calabresi al Meeting di Latina

By 20 Luglio 2022 No Comments

Si è svolto a Latina nelle giornate del 4 e 5 Giugno il Meeting Nazionale dei Giovani AVIS con un solo obiettivo: lasciare una Impronta!

L’evento ha avuto inizio presso il teatro moderno di Latina, dove la Consulta Nazionale ha presentato l’evento e dato voce ai rappresentanti del CNG (Consiglio Nazionale Giovani) e del IYC (International Youth Committee).

I giovani calabresi che hanno partecipato al Meeting hanno avuto l’opportunità di formarsi ed informarsi su quella che è la struttura Associativa avisina e sulle sue attività sempre dinamiche ed al passo con le normative vigenti in materia trasfusionale.

Interessante il salotto formativo  sulla donazione del sangue e la prevenzione sanitaria che ha messo in primo piano quanto sia importante il ruolo che i giovani svolgono nella Società e nell’Associazione. I Giovani tirano i Giovani, questo il messaggio che trapela dalle due giornate: l’Associazione Avisina, dinamica in tutti i suoi aspetti, ha bisogno di nuova linfa che solo i Giovani possono dare.

Un’opportunità, i due giorni di Latina, data ai tre giovani calabresi che hanno potuto toccare con mano il funzionamento di un centro trasfusionale e l’importanza che lo stesso riveste in ambito sanitario.

I due giorni hanno regalato anche la visita  al “Parco del Pantanello” dove i giovani hanno avuto modo di confrontarsi su tematiche quali I Giovani Avis in Europa, nella Società ed i giovani Avis in Avis. Un Open table con schema di circle time di dibattito e confronto quale attività di gruppo, che ha dato l’opportunità di accrescere i confini del proprio pensiero e delle proprie conoscenze ed ha fatto emergere quanto sia importante che i giovani siano attivi nelle politiche avisine a tutti i livelli.

Apprezzatissimo il momento di relax ai famosi “Giardini di Ninfa”.

   

                   

aviscalabria

aviscalabria

AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangue) è un’associazione privata, senza scopo di lucro, che persegue un fine di interesse pubblico: garantire un’adeguata disponibilità di sangue e dei suoi emocomponenti a tutti i pazienti che ne abbiano necessità, attraverso la promozione del dono, la chiamata dei donatori e in alcuni casi anche la raccolta diretta di sangue, d’intesa con le strutture ospedaliere pubbliche. Fonda la sua attività sui principi della democrazia, della libera partecipazione sociale e sul volontariato, quale elemento centrale e insostituibile di solidarietà umana. Vi aderiscono tutti coloro che hanno intenzione di donare volontariamente, anonimamente, periodicamente e gratuitamente il proprio sangue, ma anche chi, non potendo compiere questo gesto perché non idoneo, desideri collaborare gratuitamente a tutte le attività di promozione e organizzazione.

Leave a Reply