News

Riparte il progetto FQTS

By 8 Febbraio 2021 No Comments

Con una video conferenza rivolta a tutti gli ETS (enti del terzo settore) delle sei regioni obiettivo (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia) è stata presentata la proposta di FQTS per il 2021. Ricordiamo che FQTS è un acronimo che sta per Formazione dei Quadro del Terzo Settore. È un progetto nato nel 2007, promosso dal Forum del Terzo Settore e da CSVnet e realizzato con il sostegno della Fondazione CON IL SUD. Nel corso degli anni il progetto ha assunto connotazioni sempre più precise rappresentando un’efficace forma di professionalizzazione per tutti gli ETS, a cui le sedi Avis appartengono.

A differenza delle scorse edizioni, in cui la formazione era rivolta a singoli individui che poi avrebbero dovuto riportare le risorse e le competenze acquisite nelle rispettive sedi associative, questa volta la formazione è rivolta direttamente alle associazioni. Infatti, è l’associazione che dovrà iscriversi e, in sede di inscrizione, indicare i soci che seguiranno le diverse linee formative. È un cambio di paradigma tendente a responsabilizzare maggiormente le associazioni, cosa resasi necessaria dall’entrata in vigore del Codice del Terzo Settore.

All’interno del Terzo Settore il volontariato è sempre stato posto in secondo piano, se si vuole cambiare questo stato di cose dobbiamo prenderne consapevolezza ed impegnarci a ricucire il gap che ci separa dalla cooperazione sociale.

Per iscriversi bisogna accedere al sito https://forms.gle/pLZ8ehCkbjJbD7Xz9  ed inserire i dati richiesti. Il termine delle iscrizioni è stato fissato per giorno 15 febbraio.

Per maggiori informazioni ci si può rivolgere ai CSV oppure direttamente alla segreteria di FQTS Calabria all’indirizzo fqts2calabria@gmail.com

Giuseppe Perpiglia

aviscalabria

aviscalabria

AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangue) è un’associazione privata, senza scopo di lucro, che persegue un fine di interesse pubblico: garantire un’adeguata disponibilità di sangue e dei suoi emocomponenti a tutti i pazienti che ne abbiano necessità, attraverso la promozione del dono, la chiamata dei donatori e in alcuni casi anche la raccolta diretta di sangue, d’intesa con le strutture ospedaliere pubbliche. Fonda la sua attività sui principi della democrazia, della libera partecipazione sociale e sul volontariato, quale elemento centrale e insostituibile di solidarietà umana. Vi aderiscono tutti coloro che hanno intenzione di donare volontariamente, anonimamente, periodicamente e gratuitamente il proprio sangue, ma anche chi, non potendo compiere questo gesto perché non idoneo, desideri collaborare gratuitamente a tutte le attività di promozione e organizzazione.

Leave a Reply