Monthly Archives

Settembre 2017

La Consulta dei Presidenti Regionali del 23 e 24 settembre u.s.

By | News | No Comments

Nell’ultima riunione della Consulta dei Presidenti Regionali sono emerse delle criticità per le quali Avis Nazionale ha trasmesso a tutte le consorelle avisine una nota esplicativa. Avis Regionale Calabria, dal canto suo, ha invitato tutti i dirigenti associativi ad astenersi da commenti sui social ed a rispettare le direttive e le comunicazioni di AVIS Nazionale, coordinandosi con la propria Avis Provinciale e con Avis Regionale Calabria. Questo al fine di salvaguardare l’immagine di AVIS e per non provocare nei donatori momenti di delusione e di smarrimento.

Ecco la nuova Consulta Giovani di Avis Nazionale

By | News | No Comments

Avis Nazionale lo scorso 23 settembre ha costituito la nuova Consulta Giovani Nazionale per il mandato 2017-2020. La rappresentanza di Avis Calabria è tutta la femminile: Corso Immacolata e Lauria Alessandra.

Ecco le nuove leve a lavoro per l’Esecutivo della Consulta Giovani Nazionale di AVIS:

  • Francesco Mastroberti (Campania, con il ruolo di coordinatore della Consulta Giovani)
  • Francesco Cianfagna (Molise),
  • Melissa Galanti (Lazio),
  • Alessandro Mendelevich (Liguria),
  • Filippo Pozzoli (Lombardia),
  • Natasha Zingales (Marche)
  • Dennis Cova (Piemonte, con il ruolo di vice-coordinatore della Consulta Giovani).

Un in bocca a lupo a tutti e, ovviamente, buon lavoro!

I Gruppi di Lavoro di Avis Calabria e la loro attività

By | News | No Comments

Anche il mese di settembre ha visto l’impegno dei quattro Gruppi di Lavoro di Avis regionale nel riunirsi in due sedute, tenute presso la sede regionale nei giorni 8 e 19 settembre, per intavolare i dettagli dei prossimi progetti regionali.

Ecco il report aggiornato dei progetti.

 

Stato dell’arte dei progetti dei gruppi di lavoro di Avis Calabria – Settembre 2017

I nuovi gruppi di lavoro di Avis Calabria, ricostituiti a giugno 2017, sono quattro:

  • Comunicazione, Promozione, Fidelizzazione e Terzo Settore.

Ecco i componenti:

Cassano Lucio, Cutrì Biagio, Olivito Giovanni, Ritorno Nicola, Rizzo Stefano, Veraldi Valerio. Il referente è Marzano Carmelo.

 

  • Formazione, Scuola, Università e Famiglia.

Ecco i componenti:

Aiello Maria Francesca, Arruzza Giuseppe, Calipari Myriam, Como Gianluigi, Geria Diego, Iannetti Loredana, Mastroianni Katiuscia, Micalizzi Giovanna, Schipani Natale. Il referente è D’Agostino Mariangela.

 

  • Giovani, Sport, Servizio Civile Nazionale ed Ambiente.

Ecco i componenti:

Corso Immacolata, Falzetta Maurizio, Marcovicchio Angelomaria, Muto Giuseppe, Rogliano Giulio. Il referente è Giuffrè Mariangela.

 

  • Tecnico-Sanitario, Informatizzazione ed Infrastrutture.

Ecco i componenti:

Carvelli Lucrezia, Crea Rosario, Ferrara Leonardo, Francolino Antonino, Gigliotti Giosina, Palmieri Giorgio, Schirripa Pietro, Torcasio Giovanni. Il referente è Sorgiovanni Ilario.

 

Ad oggi gli incontri sono stati cinque, tutti tenuti presso la sede sociale di Avis Calabria con una numerosa partecipazione che ha visto il Presidente Regionale illustrare le linee guida insieme ad alcuni suggerimenti operativi in merito alla progettazione ed alla realizzazione delle nuove idee progettuali.

Di seguito si riporta lo status delle idee progetto di ciascun gruppo.

  1. Gruppo Comunicazione, Promozione, Fidelizzazione e Terzo Settore.

Il gruppo comunicazione è stato il primo a partire già dal mese di agosto con il progetto Red Summer Smile 2017 (progetto Anguria), un progetto legato alla campagna estiva di Avis Calabria, che ha visto l’adesione di ben 12 sedi Avis Comunali della regione con un feedback di numero di partecipanti all’evento di circa 10.000 persone.

Due sono, invece, i progetti a cui è stata attribuita la priorità di realizzazione. Il primo è UnicAvis, legato alle Università della Calabria.

Tale progetto sarà realizzato con il supporto ed il coordinamento delle sedi Avis provinciali.

Il progetto prevede la realizzazione della giornata del donatore universitario, preceduta da una campagna promozionale realizzata attraverso la postazione, su tutta l’area universitaria, di diversi manifesti dal supporto rigido. Sarà organizzata una raccolta sangue, per il tramite delle Avis provinciali, e un piccolo evento conclusivo, come ad esempio lo spettacolo dell’artista Marsha De Salvatore.

Il gruppo ha individuato al suo interno coloro i quali, attraverso il supporto della segreteria regionale, prenderanno i primi contatti con il comitato studentesco delle Università per la prima presentazione del progetto. In specifico per l’università di Catanzaro è stato incaricato Lucio Cassano, per l’università di Reggio Calabria Mariangela Giuffrè e per Cosenza Stefano Rizzo.

Il secondo progetto è MurAvis.

L’obiettivo è la riqualificazione territoriale dei centri storici e/o di quelle aree urbane abbandonate o in degrado attraverso la realizzazione di Murales legati al tema del dono, ed arricchiti da una frase caratteristica in dialetto. Verrà consegnato alle sedi Avis Provinciali un regolamento per coloro che aderiranno al progetto, al fine di coinvolgere le Avis Comunali del proprio territorio. In particolare, l’Avis regionale pubblicherà, anche attraverso le Avis provinciali, una manifestazione di interesse rivolta alle Avis comunali che intendono proporsi come soggetto attuatore del progetto mettendo a disposizione risorse tecniche e logistiche e che offrano il premio finale. L’Avis regionale si farà carico di un contributo economico, in misura ancora da determinare, destinato direttamente alla sede Avis Comunale che sarà prescelta.

All’interno del gruppo è stato incaricato Stefano Rizzo per la stesura della bozza di regolamento, che terrà conto dei vari vincoli architettonici, paesaggistici e ambientali suggeriti dal referente Carmelo Marzano. E’ prevista la costituzione di una giuria che valuterà i lavori per l’assegnazione del premio finale. Tale giuria sarà preferibilmente composta dal componente interno Biagio Cutrì e da un altro esterno. Sarà consegnata, invece, a tutti i partecipanti una penna usb contenente la mappatura completa dei lavori prodotti. Le immagini dei Murales verranno, altresì, proposte per la realizzazione di locandine promozionali.

Una prima fase campione del progetto coinvolgerà cinque Avis comunali, una per ciascuna provincia, e si concluderà entro il periodo natalizio.

Il gruppo Comunicazione, inoltre, a partire dal mese di ottobre prossimo, sarà impegnato in un progetto biennale di comunicazione integrata diretto dal Prof. Pira Francesco, docente di comunicazione e giornalismo presso l’Università degli studi di Messina. L’obiettivo del lavoro sarà quello di dotare la realtà associativa calabrese di una comunicazione efficace, che ben conosce il suo territorio e gli strumenti necessari per attuare un vero piano di comunicazione che miri ad una formazione continua in materia.

 

  1. Formazione, Scuola, Università e Famiglia.

Il gruppo Scuola ha presentato cinque progetti e tra questi ne sono stati scelti tre.

Il primo è Strumenti per formare che consiste in una specifica formazione destinata ai referenti scuola e/o presidenti delle Avis comunali che saranno coinvolti nei progetti da introdurre nelle scuole del proprio territorio. La formazione sarà realizzata da Avis Calabria, attraverso degli esperti, preferibilmente nel mese di ottobre prossimo, per fornire gli strumenti necessari ad una efficace comunicazione all’interno delle scuole. A tal proposito il gruppo ha individuato al suo interno un membro per provincia che indicherà i referenti comunali interessati alla formazione e quindi ai progetti scuola. La fase successiva alla formazione sarà quella di ricevere dalle Avis comunali, che hanno partecipato alla formazione, la rosa di scuole da coinvolgere con due progetti. Con questa indicazione sarà possibile per Avis Calabria effettuare l’ordine del materiale necessario alla realizzazione del progetto. Il referente e/o presidente comunale contatterà direttamente gli istituti scolastici e presenterà i due progetti scuola scelti dal gruppo di lavoro regionale: Cittadini solidali…ora e Avis una risorsa per la scuola.

Il progetto Cittadini solidali…ora è un progetto modulare destinato agli studenti e diviso in diversi laboratori a seconda delle classi interessate, dalla scuola dell’infanzia alle scuole secondarie di secondo grado. Prevede, per ciascun laboratorio, una fase di presentazione dell’Associazione ed una fase laboratoriale.

Il progetto Avis una risorsa per la scuola, invece, è destinato al personale della scuola: dirigenti, referenti e docenti. Propone l’AVIS quale importante risorsa didattica e formativa per quanto concerne l’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione, al fine, altresì, di far conoscere la mission dell’Associazione ed i suoi prodotti scuola; inoltre, al fine di potenziare la capacità attrattiva dell’evento, sarà importante prevedere l’accreditamento della formazione per il rilascio di crediti formativi ai partecipanti.

 

  1. Giovani, Sport, Servizio Civile Nazionale ed Ambiente.

Il gruppo giovani risulta ancora in fase di assestamento, vista la non completa rappresentanza delle cinque province della regione e vista la momentanea mancanza della costituzione di alcune consulte giovani provinciali. I progetti presentati sin’ora sono cinque ma ancora non è stata assegnata alcuna priorità.

 

  1. Tecnico-Sanitario, Informatizzazione ed Infrastrutture.

Le schede progetto presentate sono cinque. Tra le priorità è stato assegnato il progetto Contaglobuli che consiste nella dotazione di una macchina, prevista nei punti raccolta, che fornisca al medico valutatore parametri ematologici aggiuntivi al fine di stabilire l’idoneità alla donazione. Nello specifico si tratta di un analizzatore in grado di eseguire gli esami emocromocitometrici completi di formula leucocitaria a tre popolazioni, con possibilità di campionamento da provetta primaria chiusa e aperta e da micro-provetta.

Il gruppo ha reperito un preventivo per l’acquisto della macchina che, risultato eccessivamente oneroso, è stato escluso, pertanto si è deciso di chiedere nuovi preventivi per il comodato d’uso delle macchine che preveda l’acquisto dei soli reagenti, razionalizzando i costi.

Il secondo progetto è quello dedicato al monitoraggio in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro, in conformità del D.Lgs n° 81/2008 e s.m.i. destinato all’adeguamento delle strutture di raccolta, delle sedi accreditate al servizio civile nazionale nonché delle sedi con personale dipendente.

Avis Calabria fornirà, altresì, consulenza e formazione in materia.

Il gruppo ha già ricevuto un preventivo in merito alla dotazione dei DVR per le 34 sedi accreditate al servizio civile ed è in attesa di riceverne altri.

Il terzo progetto dedicato allo Screening del Diabete è in fase di redazione con la collaborazione del Prof. Agostino Gnasso, Professore associato di medicina interna presso UMG di Catanzaro. L’obiettivo sarà quello di misurare il livello di glicemia ematica al fine di individuare i soggetti a rischio insorgenza diabete. Tuttavia ancora non è stato stabilito se è più opportuno utilizzare la metodica di prelievo del sangue capillare o venoso.

Il gruppo sta procedendo ad individuare gli interventi più efficaci per intervenire sui fattori di rischio.

Nell’ultima riunione sono state presentate due schede progetto: DietAvis e Plasmiamo il Futuro. La prima ha l’obiettivo di portare, in sede di donazione, un biologo nutrizionista professionista o un medico specializzato in endocrinologia e nutrizione per fornire consigli utili ai donatori; la seconda punta a far conoscere il plasma e gli emoderivati onde veicolarne la donazione.

Il gruppo tecnico-sanitario, inoltre, sarà, a breve, coinvolto nella revisione di un manuale dedicato ai medici impegnati nelle raccolte, nel quale saranno riprese le patologie più importanti al fine di realizzare uno strumento di immediata consultazione in sede di valutazione idoneità del donatore.

Nota di aggiornamento PrestO. Il contratto di prestazione occasionale e il contratto d’opera a confronto

By | News | No Comments

L’art. 54-bis del Dl. 24 aprile 2017, n. 50, convertito in L. n. 96 del 21 giugno 2017 ha reintrodotto nel nostro ordinamento il nuovo contratto di prestazione occasionale PrestO.
E’ necessario chiarire che il nuovo Istituto non ha in nessun modo duplicato la disciplina relativa al contratto d’opera. Andiamo a segnalarne le differenze.
Le definizioni:
Il Contratto di prestazione occasionale (CpO) è il contratto mediante il quale un utilizzatore acquisisce, con modalità semplificate, prestazioni di lavoro occasionali o saltuarie, gestito dalla piattaforma INPS (https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=51099#).
Il Contratto d’opera, all’art. 2222 del codice civile, individua una persona che si obbliga a compiere verso un corrispettivo un’opera o un servizio, con lavoro prevalentemente proprio e senza vincolo di subordinazione nei confronti del committente.
Nello specifico le differenze si evincono dal fatto che il contratto d’opera ha l’autonomia quale caratteristica fondamentale, insieme all’obbligo del raggiungimento di uno specifico risultato, l’assunzione del rischio economico da parte del lavoratore e l’assenza di vincoli di orario. Tutte caratteristiche non riportate nel CpO.
Dal punto di vista fiscale le differenze sono altresì sostanziali: per il CpO non vi sono obblighi dichiarativi, il compenso percepito dal prestatore è esente da Irpef ed è deducibile dal reddito d’impresa o di lavoro autonomo; il Contratto d’opera è soggetto ad Irpef e il committente è tenuto a operare una ritenuta d’acconto del 20%, di conseguenza il percettore deve adempiere alla dichiarazione dei redditi ed il committente deve adempiere alla certificazione unica e del modello 770.
L’elemento comune ai due contratti, quindi, risulta essere sostanzialmente solo la natura saltuaria della prestazione.

Fonte: Fiscal Focus.

Gruppo di Studio Fondazione Sapientia per Avis Calabria – ONLUS

Il Comitato Medico di Avis Calabria per il mandato 2017-2020

By | News | No Comments

Sabato 16 settembre u.s. si è costituito il Comitato Medico di Avis Calabria, un organo di consultazione medica a disposizione dell’intera struttura associativa regionale. Ecco i componenti:

  • Palmieri Giorgio,
  • Schirripa Pietro,
  • Rovito Pasquale,
  • Marino Filippo,
  • Lupia Ubaldo.

Nella prossima seduta di ottobre p.v. verrà nominata la figura del Referente del Comitato Medico di Avis Calabria.

Incontro Centro Nazionale sangue Roma

By | News | No Comments

Giorno 14 settembre 2017 presso la sede del Centro Nazionale Sangue a Roma, alla presenza del Direttore CNS Dott. Giancarlo Maria Liumbruno, del Presidente Nazionale FIDAS Aldo Ozino Caligaris, della Responsabile del Centro Regionale Sangue Calabria Dott.ssa Liliana Rizzo e del Presidente Avis Regionale Calabria Dott. Rocco Chiriano si è svolto un incontro per discutere sulla situazione di carenza verificatasi durante il periodo estivo nella Regione Calabria, emersa dalle segnalazioni dei pazienti talassemici ed affetti da altre emoglobinopatie, giunte al Centro Nazionale Sangue.
In riferimento a tale punto la nostra Associazione ha potuto affermare che non sono giunte segnalazioni in merito ad eventuali criticità, infatti, grazie alla programmazione, già anticipata a giugno, ed alla collaborazione delle Associazioni di raccolta sangue e dei talassemici non sono state rilevate sofferenze ed emergenze durante il periodo estivo a differenza dell’anno precedente. La Calabria è riuscita a far fronte alla richiesta regionale grazie alla compensazione interna ed alla registrazione per il bimestre luglio-agosto di un incremento di unità di sangue superiore a 500.
AVIS si impegna ad un maggiore coordinamento con le Associazioni dei talassemici, contattandoli direttamente, al fine di avere sia segnalazioni di criticità sia momenti di programmazione e confronto.
È stato affrontato poi il tema della programmazione convenzionale informando i presenti che a livello regionale è stata sollecitata la stipula delle convenzioni. L’inserimento, tra gli allegati necessari alla sottoscrizione delle stesse, del documento di programmazione annuale o semestrale, redatto con i SIT, risulta necessario per garantire le risorse adeguate sia come costi che come attrezzature, atteso che, fissata la programmazione del fabbisogno, nessuna delle parti può venire meno all’impegno preso. Il Centro Nazionale Sangue, in tal senso, si è impegnato ad intervenire presso la struttura Commissariale. AVIS ha sottolineato che la mancata firma impedisce anche la realizzazione e la predisposizione dei progetti a tutela della salute del donatore e del possibile ricevente.
Argomento di confronto è stata anche la situazione finanziaria. Sono stati predisposti degli interventi su Cosenza e Reggio Calabria per il recupero di rimborsi arretrati con lo scopo di acquisire risorse per l’acquisto di nuove autoemoteche, così da raggiungere quei territori non ancora raggiunti, e per predisporre l’apertura di nuove articolazioni. Anche in questo caso il Dott. Liumbruno si è impegnato ad intervenire a livello ministeriale.
Altro importante argomento affrontato è quello della raccolta Plasma. La Calabria si è impegnata a dare attuazione al decreto ed a perseguire il raggiungimento degli obiettivi per il 2017 e per gli anni a seguire. La Regione si è impegnata ad avviare attività promozionali per la raccolta del plasma.
Il Centro Nazionale Sangue ha inoltre invitato la Regione ad attivare percorsi formativi FAD, Formazione a Distanza, con la collaborazione e la gestione di Avis Regionale Calabria.
Infine, non essendo possibile presenziare all’incontro del giorno successivo, Avis Calabria, su richiesta del Dott. Liumbruno, si è impegnata a predisporre, su richiesta dello stesso Centro Nazionale Sangue, dei piani di intervento emergenziali per sopperire alle richieste del Lazio e ad effettuare il monitoraggio per almeno una settimana dei donatori che hanno soggiornato a Roma e che sono stati, quindi, sospesi.

Avis Calabria attenta al monitoraggio delle tariffe ad ogni livello

By | News | No Comments

Il Presidente regionale, mercoledì 13 settembre u.s, ha riunito un tavolo di lavoro e di confronto sullo studio di rimodulazione delle tariffe di rimborso alla luce dei cambiamenti dovuti dall’applicazione dei nuovi dettami della Convenzione dell’Accordo Stato/Regioni del 14.04.2016. Avis Calabria è in attesa di ricevere i primi dati di bilancio al 30/06/2017 per portare avanti lo studio e convocare un secondo tavolo di confronto con le sedi Avis Provinciali della Calabria, firmatarie delle convenzioni.

Il 4 settembre si è costituita la nuova Consulta Giovani di Avis Regionale

By | News | No Comments

Giorno 4 settembre u.s. si è riunita per la prima volta la nuova Consulta Giovani Regionale che ha eletto 17 componenti, un numero destinato a crescere a seguito del rinnovo delle Consulte Giovani Provinciali.

[ultimate_info_table design_style=”design03″ color_scheme=”custom”]
Cognome Nome Avis di appartenenza
Lo Bianco Anthony Avis Com.le Vibo V.
Zafaro Maria Assunta Avis Com.le Girifalco
Mazzocca Silvia Avis Com.le Lamezia Terme
Corso Immacolata Avis Com.le Nicotera
Ienuso Lorenzo Reggio Calabria
Nisticò Marco Reggio Calabria
Giuffrè Mariangela Reggio Calabria
Caruso Giuseppe Avis Com.le Lamezia Terme
Riccelli Rosaria Avis com.le Sorbo San Basile
Marino Pasquale Avis Com.le Spezzano Albanese
Lauria Alessandra Avis Com.le Trebisacce
Garofalo Francesco Avis. Com.le Cosenza
Runco Matteo Avis Com.le Lago
Catagnoti Rachele Avis Com.le Mileto
Costantino Angela Chiara Reggio Calabria
Catagnoti Rachele Avis Com.le Mileto
Riggio Agnese Avis Com.le Pellaro
[/ultimate_info_table]